I miei cicloviaggi

I° cicloviaggio: Lago di Garda

I cicloviaggio

Data: 25/04/2012
Tappa: Mantova - Sirmione
Strada percorsa: ciclabile del Mincio + S.S. + centro cittadino
Visite: Borghetto - Valeggio sul Mincio - Sirmione
Distanza: 50 km circa

Data: 26/04/2012
Tappa: Sirmione – Gardone Riviera
Strada percorsa: S.S. + centro cittadino
Visite: Desenzano – Salò – il Vittoriale degli italiani
Distanza: 60 km circa

Data: 27/04/2012
Tappa: Gardone Riviera – Riva del Lago – Lazise (da Riva del Garda a Lazise con battello)
Strada percorsa: S.S. + centro cittadino + battello
Visite: Limone – Riva del Garda – Lazise
Distanza: 50 km circa su strada

Data: 28/04/2012
Tappa: Lazise – Mantova
Strada percorsa: S.S. + centro cittadino + ciclabile del Mincio
Visite: Peschiera del Garda - parco giardino Sigurtà
Distanza: 60 km circa

Il mio primo cicloviaggio è appena terminato e quando chiudo gli occhi sembra ancora di vedere le sponde del lago di Garda alla mia destra… Il sole che splende, il muro dove poggiavo la bici, le panchine dove mi sedevo ad ammirare il lago, il cielo azzurro e tutto attorno un panorama favolosamente spettacolare…
Peschiera, Sirmione, Salò, Gardone Riviera, Limone sul Garda, Malcesine, Garda, Bardolino, Lazise… Grandi meraviglie, circondate da montagne ancora piene di neve, mentre la temperatura sulla strada era di 20°-25°… Casco, bagagli, scarpe e via per quelle strade piena di colori e di profumi… E ancora Borghetto, Valeggio sul Mincio, parco giardino Sigurtà, il Vittoriale degli Italiani… Il battello che taglia il lago per evitare le gallerie e mi permette di ammirare il lago dall’interno, mostrando il lungolago di ogni città…
Le pacche sulle spalle, il calore della gente, la disponibilità delle persone…
Le cene nei ristoranti, i piatti di pesce del lago, il lambrusco…
Le birre seduto al tavolino dei bar tra una sosta e una foto…
Il sorriso di una cameriera, il vociare dei turisti, le domande di un passante, gli occhi pieni di meraviglia di un bambino che guarda la bici e magari sogna un giorno di averne una così…
Il peso delle valigie, il cavalletto che si flette, la bici che cade, le partenze traballanti, le salite improvvise…
La voglia di non arrivare mai ma di continuare a pedalare, sempre in tondo, voltare lo sguardo a sinistra e destra per non perdere nessun particolare…

Che dire ragazzi, è un semplice giro in bici sul lago di Garda, nessuna impresa eroica o strada tortuosa, nessun sterrato o salita da spezzare le gambe… Non ho fatto nulla di che, ma mi sento come se avessi raggiunto un traguardo che mai avrei pensato… E la cosa bella è che davanti a me già ci sono nuovi traguardi e non vedo l’ora di tagliare il nastro!

Se volete dei consigli sul percorso o volete condividere con me le vostre esperienze, non esitate a scrivermi o lasciare un commento :)

II° cicloviaggioFiandre e mare del nord

Belgio

1° Tappa -06/08/2012

Bruges

Giro di Bruges attraverso la splendida cittadina belga, con i suoi canali e i suoi locali.

2° Tappa – 07/08/2012

Bruges – Ostenda (50 km)

Partenza da Bruges per poi andare attraverso il delizioso centro di Lissewege dall’atmosfera silenziosa, passando per Blankenberge con il suo parco acquatico e Den Haan in stile Belle Epoque. Il Thermae Palace Hotel di Ostenda sarà la nostra meta per il pernottamento.

3° Tappa – 08/08/2012

Ostenda tour circolare (60 km)

Alla scoperta della regione costiera: i paesaggi e la storia descritta dai castelli di Aertrycke e Winjnendaele con i suoi 800 anni!

4° Tappa – 09/08/2013

Ostende, tour circolare (60 km)

Visita a Nieuwpoort, una celebre stazione balneare in Belgio, per esplorare la riserva naturale di Ysermonde e visitare la vicina e incantevole Veurne.

5° Tappa – 10/08/2012

Ostende-Bruges (40 km)

Da Ostenda a Jebbeke per visitare il museo del famoso pittore espressionista Constant Permeke. Abbiamo curiosato il Natuurcentrum e l’osservatorio a Beisbroek! Pernottamento a Bruges.

6° Tappa – 11/08/2012

Bruges, tour circolare (55 km)

In giro per l’area “mondana” di Knokke in un paesaggio fatto di polder e dune. Bei punti di sosta sono stati la riserva naturale di Het Zwin e il paesino di Damme.

7° Tappa – 12/08/2012

Bruges

Altro tour circolare per rilassarci e godere delle ultime ore in Belgio.

Il secondo viaggio in bici è terminato… Abbiamo attraversato strade favolose, sentieri verdi accompagnati da canali, sterrato, asfalto, sabbia… Il mare freddo del nord, il sole che ci riscaldava mentre andavamo controvento, la pioggia che ci ha fatto compagnia per più giorni. Pedalare a testa bassa per cercare di vedere quanto più possibile mentre l’acqua inzuppava le nostre maglie… Le soste ai bar, la birra belga che ricaricava le nostre energie…  Gli aperitivi con salame e formaggio, le spiagge lunghe… Il vento che tagliava la pelle… E poi BruggeKnokkeOostendeNieuwpoortVeurne… Città piene di fascino e sempre affollate da turisti di ognidove… Le distese infinite di bici, i cartelli verdi, le panchine strane, i ristoranti cari, le moules-frites

E’ terminata un’altra grande esperienza e si torna a casa sempre con la voglia di non tornare a casa… Quando si parte per un cicloviaggio, si spera che la strada davanti a noi non finisca mai… vorremmo pedalare all’infinito, fermarci per una birra ammirando ciò che ci circonda e via…ripartire ancora, fino alla prossima sosta!

Mai frenare la voglia di pedalare! Pedalare… La catena gira, le nostre gambe girano, le ruote girano…si fa di tutto pur di girare il mondo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>